Dobbiamo usare Google Analytics per un Social Funnel?

 

Gli elementi più importanti della creazione di un Social Funnel sono gli AB Test.

Ma che cosa sono in realtà?

Nient’altro che un esperimento, mettendo a confronto due elementi (nel nostro caso due pagine web, due ads di Facebook, due post sui social), analizzandone poi i risultati.

Perché realizzare gli AB Test?

ab test

Uno degli errori più grandi, che vedo commettere ancora da imprenditori e liberi professionisti quando realizzano un Social Funnel, è presumere in base al proprio giudizio cosa funziona e cosa no.

Il pulsante blu è più bello del pulsante rosso

La call to action all’inizio del post è più elegante che alla fine

Mi piace più l’immagine con lo sfondo verde

In realtà, non dobbiamo realizzare un elemento o un altro in base a quello che piace a noi ma a chi ci segue (al nostro Target) e, ancora meglio, in base ai nostri obiettivi di business.

Perché, ricordalo sempre, gli AB Test si realizzano per migliorare le conversioni che, come vediamo subito, possono essere di vario tipo.

Quali Obiettivi per un AB Test?

obiettivi ab test

Abbiamo detto, quindi, che per realizzare un Social Funnel che funziona dobbiamo realizzare degli Ab Test in base ai nostri specifici obiettivi.

Ma quali sono questi obiettivi?

Come capirai, gli obiettivi possono essere tantissimi. Ma non ti voglio riempire la testa di mille cose (per te, nella maggior parte dei casi, completamente inutili). Ti indicherò quindi una serie di obiettivi funzionali che puoi impostare sin da subito all’interno del tuo Social Funnel.

Per impostare e analizzare questi obiettivi è necessario che utilizzi Google Analytics. CLICCA QUI per leggere la guida completa.

Click su un post

Quando scrivi un post su Facebook (o su qualunque altro social network), cerca sempre di inserire un link, per spostare gli utenti dalla piattaforma di Mark Zuckerberg al tuo sito web.

Può essere il link a un articolo, a una landing page, a una pagina per iscriverti a un webinar… qualunque cosa, ma cerca di portare le persone “a casa tua“.

Questo vuol dire che dovrai scrivere due (o più post), in diversi giorni della settimana, con lo stesso obiettivo, ma realizzati in modo diverso.

Ricordati di non inserire tanti elementi (immagini diverse, copy, link, eccetera). Altrimenti non potrai capire qual è stato il singolo elemento a migliorare le tue conversioni. Testa un elemento alla volta.

Ma come fare a collegare un link al tuo sito presente su Facebook e collegarlo ad Analytics? Devi creare un link parametrale.

Al di à del parolone, ti assicuro che è molto semplice.

Devi cliccare a QUESTO LINK dove, oltre al link, dovrai inserire una serie di parametri.

url parametrale

Nell’immagine qui sopra, ad esempio, ho immaginato di promuovere questo sito con un post su Facebook, inserendo il link e tre parametri (gli ultimi due non sono necessari):

In “Website URL” dovrai inserire il link; in “Campaign Source” il luogo dove hai promosso il link (Facebook, Instagram, LinkedIn, Newsletter, eccetera); in “Campaign Name” il nome della tua campagna specifica.

A quel punto, il tool creerà in automatico il link parametrale che, nel nostro caso, è: https://www.social-funnel.it/?utm_source=facebook&utm_medium=click&utm_campaign=postfacebook e che dovrai inserire all’interno del tuo post su Facebook e poi monitorare i risultati su Google Analytics.

Naturalmente, se vuoi realizzare un AB Test (due o più post diversi per un unico obiettivo) dovrai creare più link parametrali.

Ricordati di crearli ogni volta che vuoi monitorare un obiettivo: all’interno di un post su Facebook, in un’Ad, quando invii una newsletter, eccetera.

Iscrizione alla Newsletter

Una volta che l’utente uscirà da Facebook, potremo andare a monitorare (sempre con Google Analytics) altri obiettivi.

Uno dei più importanti, è certamente l’iscrizione alla newsletter, cioè la Lead Generation.

Questo ti permetterà, infatti, di avere dei contatti qualificati interessati ai tuoi contenuti e a cui potrai vendere in qualsiasi momento i tuoi prodotti o servizi.

Se indirizzi le persone a una pagina web per farli iscrivere alla tua mailing list tramite un post su Facebook, dovrai monitorare quest’obiettivo tramite Google Analytics.

Nel caso tu, invece, volessi realizzare una campagna su Facebook Ads, in quel caso ti consiglio di analizzare i dati tramite le Facebook Analytics con dati che risultano essere più immediati e con una logica diversa da quella di Google.

Molte volte, infatti, i dati tra Google Analytics e Facebook Analytics non coincideranno. Questo avviene per numerose ragioni. Non te le elencherò tutte perché sarebbe necessario un articolo apposito, e molto tecnico, ma quelle più comuni:

– il Pixel di Facebook potrebbe non leggere i dati se l’utente utilizza un Ad Blocker (un tool per bloccare pubblicità e popup)

– Facebook Analytics, rispetto allo strumento di Google, basa la lettura delle conversioni sui cookies. Questo vuol dire che se un utente vede una pubblicità su Mobile e poi acquista su Desktop non traccerà la conversione

– Molte volte un utente, una volta vista l’inserzione su Facebook o Instagram, va a visitare la Pagina dell’inserzionista, e solo dopo decide di andare sul sito e convertire. Facebook, rispetto ad Analytics, registra (giustamente) anche questa come una conversione

– I dati di Facebook Analytics tengono conto del momento in cui è stata visualizzata/cliccata l’inserzione nell’attribuire la conversione. Questo vuol dire che se visualizzi un annuncio il 20 dicembre e la conversione avviene il 25, Facebook registrerà la conversione al 20 dicembre

– Il modello di attribuzione standard di conversone, se non si effettuano modifiche sulle impostazioni quando crei la tua campagna pubblicitaria, è a un giorno dalla visualizzazione dell’inserzione e a 28 giorni dal clic sulla stessa. Questo sta a significare che se un utente clicca su una tua inserzione Facebook oggi, ma poi ritorna autonomamente sul tuo sito web due settimane dopo ed effettua una conversione, Facebook le conteggia come proprie.

Vendite

Questo obiettivo non vale per tutti. Infatti, se sei un professionista o vendi i tuoi prodotti offline, non sarà possibile monitorare online le tue vendite.

Nel caso, invece, tu abbia un eCommerce oppure vendi prodotti digitali all’interno del tuo sito web, questo è l’elemento più importante (e lo step finale di un Funnel).

Anche in questo caso, dovrai monitorare questi obiettivi tramite Google Analytics se i click derivano da un post sulla tua Pagina Facebook (o da Google). Tramite Facebook Analytics se, invece, porterai le persone alla tua pagina di vendita tramite Facebook Ads.

Tempo di permanenza su una pagina e Frequenza di Rimbalzo

Questi obiettivi vengono solitamente ritenuti ininfluenti, o comunque non così importante come i precedenti. Quando, invece, è essenziale.

Il “Tempo di permanenza su una pagina”, ovviamente, analizza per quanto tempo gli utenti si fermano su una pagina web, dopo aver cliccato su un link inserito su Facebook o Instagram, mentre la “Frequenza di rimbalzo” è la percentuale di abbandono.

Questo obiettivo può essere analizzato soltanto su Google Analytics e anche su di esso può essere realizzato un Ab Test: creando, ad esempio, una pagina lunga e una corta e vedendo se la percentuale di permanenza e di abbandono cambia in maniera significativa.

Attento però. Perché i dati sono sempre da leggere cum grano salis. Non sempre, infatti, un’alta frequenza di abbandono è un dato negativo. Nel caso di un’optin page, ad esempio, dove l’utente non deve fare altro che inserire il proprio nome e la propria mail per scaricare una risorsa gratuita, le persone resteranno pochissimo e non dovranno fare altro che inserire i propri dati. Nel caso di un articolo o di una pagina di vendita, invece, le cose sono molto diverse…

Come impostare gli Obiettivi su Google Analytics

google analytics

A questo punto, abbiamo capito che è necessario per realizzare il tuo Social Funnel creare degli AB Test, che per realizzare degli AB Test devi impostare degli obiettivi da monitorare su Facebook Analytics e Google Analytics.

Per quanto riguarda Facebook Analytics, puoi leggere questo articolo, Per quanto riguarda, invece, Google Analytics, ecco questo breve video su come fare in modo semplice e veloce.

Conclusioni

Ora sai tutto quello che ti serve per impostare e monitorare gli obiettivi del tuo Social Funnel e realizzare degli Ab Test.

Che cosa ne pensi? Lasciami un commento qui sotto.

Pensi di non essere in grado di farlo da solo? Se vuoi un aiuto, richiedi una consulenza gratuita cliccando il Pulsante qui sotto.

 

Condividi sul tuo Social Preferito:

Commenta con Facebook