Quanto conta la Facebook Analytics in una Campagna?

Uno degli elementi più interessanti della pubblicità di Facebook, al netto delle polemiche su Cambridge Analytica, sono la quantità spaventosa dei dati dei Facebook Analytics.

Centinaia, migliaia di informazioni che in alcuni casi creano anche confusione…

Se guardi la schermata qui in basso, puoi vedeere una parte minima dei dati che ti mette a disposizione Facebook.

colonne personalizzate facebook ads

Non potrai materialmente leggere tutte queste statistiche, te lo assicuro.

Non passare però all’eccesso contrario, non leggendone nessuna. La Facebook Analytics è una  parte essenziale di una campagna di successo.

Solo sapendo quello che funziona e quello che non funziona, quanto stai spendendo e per quali obiettivi potrai ottimizzare al meglio la tua campagna, potrai ottenere migliori risultati.

Uno degli errori che non devi commettere per nessun motivo per valutare come sta andando la tua Campagna, e quali elementi devi sostituire, è quello di farlo utilizzando le metriche sbagliate.

Se, per esempio, crei una Campagna per aumentare gli iscritti alla tua  mailing list e ti basi, però, su quanto stai pagando per click (CPC) non avrai dei dati affidabili con cui fare le tue valutazioni. Non devi, infatti, andare a vedere quanto paghi per click, ma per risultato (CPA).

O, ancora, se stai promuovendo un video esterno a Facebook o un articolo non devi basarti sulla metrica CPA (Costo per Azione, cioè quanto stai pagando a conversione) o, addirittura, su quanti like sta ricevendo la tua Pagina (“La Campagna sta andando benissimo… ho ricevuto in un giorno 100 likes… sì ok va bene siamo tutti contenti..ma quante persone hanno letto il tuo articolo o visto il tuo video? Nessuno? Ah ok…) ma, in questo caso, sul Costo per Click.

Ogni campagna, in base all’obiettivo che sceglierai, ha quindi il suo indicatore di performance ed è solo in base a quelle metriche specifiche che si può decretare il suo successo o insuccesso.

L’errore che fanno, invece, anche tantissimi marketers e “guru” di Facebook Ads è quello di creare una campagna per raccogliere iscritti alla propria mailing list, per poi impostare come Obiettivo il Traffico…

Stai attento, quindi, all’obiettivo che scegli quando imposti la tua Campagna, anche perché è in base a quello che dovrai leggere le Metriche e le Statistiche di Facebook Ads per valutarne il suo successo o insuccesso.

Vediamo, dunque, insieme quali sono le statistiche che dovrai leggere e interpretare.

Costo per Conversione sul Sito Web

Questa metrica ti dice quanto paghi per ogni conversione (lead, contatti o vendite) sul tuo sito web.

Costo per Click (CPC)

Il CPC è quanto paghi per ogni click che l’utente fa sul link del tuo annuncio. Ricordati però che non sempre i click corrispondono alle visite.

Tante volte può infatti succedere di cliccare su un link, ma poi non aspettare che la pagina si carichi e chiuderla (per questo motivo, più il tuo sito web è veloce e più otterrai risultati).

Vi è poi una differenza tra click “generici” e click “unici” che non sono i click complessivi, ma i click di ogni singola persona. Se, quindi, Francesco cliccherà sul nostro annuncio 7 volte, con la metrica “Costo per Click unici”, Facebook ci darà come risultato “1”.

Da qualche tempo Facebook ha dato la possibilità di ottimizzare i tuoi annunci “Traffico” non solo per click, ma anche per “Visualizzazione della pagina di destinazione” (pagherai solo per gli utenti che visualizzeranno effettivamente la tua pagina o il tuo articolo).

Costo per Mille Visualizzazioni (CPM)

Il Costo per Mille Visualizzazioni indica quanto paghi per ogni mille visualizzazioni del tuo annuncio (mille volte… non da mille persone).

Una metrica da vedere ma, per te, non fondamentale. Può costare anche molto, ma i dati che devi tenere sotto controllo sono soprattutto quelli successivi.

Click To Rate (CTR)

La percentuale, cioè, delle persone che hanno cliccato sul tuo annuncio in base a quanti lo hanno visualizzato. Se, quindi, viene visualizzato da 10.000 persone e ci cliccano soltanto 50 persone, il CTR sarà molto basso e questo vuol dire che non attira le persone, non è interessante.

In questo caso, dovrai innanzitutto valutare il Pubblico che hai scelto (sei sicuro che è quello giusto per il tuo annuncio?) per poi cambiare, e quindi testare, le immagini, il video, il titolo e i posizionamenti.

Il Risultato e il Costo per Risultato

Quanti risultati hai raggiunto, in base all’obiettivo della tuaa campagna (Traffico, Conversioni, Visualizzazioni Video, eccetera) e quanto hai pagato per il raggiungimento di ogni singolo risultato?

Se ad esempio, per le vacanze natalizie vuoi fare un’offerta speciale, potresti creare una campagna riservata solo agli iscritti alla tua mailing list, dicendogli che possono acquistare il tuo prodotto con il 30% di sconto fino al 7 gennaio e, alla fine della campagna, scoprire quanti prodotti hai venduto e quanto hai pagato per ogni vendita.

Punteggio di Pertinenza

Una cosa importante che devi sapere è che, ancora più del budget, per Facebook conta la Pertinenza, cioè se mostri o meno il messaggio giusto al pubblico giusto nel momento giusto. Il punteggio di pertinenza, ti indica esattamente questo dato, con un punteggio da 1 a 10.

Questo punteggio viene calcolato in base ai feedback positivi e negativi degli utenti che visualizzano l’annuncio e in base ai risultati raggiunti. Se Facebook vede che nessuno clicca o converte per quell’annuncio, lo mostrerà di meno al pubblico che hai selezionato e, quindi, te lo farà pagare di più.

Questo dato è però esclusivamente indicativo, non prenderlo per oro colato. Ho creato tantissime campagne con un punteggio di pertinenza basso che però sono state molto efficaci.

Copertura e Impression

Queste due metriche indicano il numero delle persone che hai raggiunto con il tuo annuncio (Copertura) e quante volte è stato visto effettivamente (Impression).

Frequenza

Questo è un dato importantissimo all’interno di una strategia di Facebook Analytics e indica il numero di volte che raggiungi un utente con il tuo annuncio.

Come puoi capire, se raggiungerai più volte le stesse persone con lo stesso annuncio, alla lunga, si saturerà e perderà di efficacia. In questo caso, ha senso cambiare pubblico o modificare le creatività (immagini o video).

Tieni sempre sotto controllo questo dato perché se la frequenza è eccessiva (da 3 in poi), è anche possibile che le persone chiedano a Facebook di non vedere mai più un vostro annuncio.

ROAS

Anche questa è una delle metriche più importanti se vendete il vostro prodotto o servizio direttamente sul vostro sito web, e che è però possibile calcolare solo impostando le Conversioni Personalizzate e inserendo il Pixel all’interno della Thank You Page.

Per Roas si intende: “Ritorno sull’Investimento“: cioè quanto stai guadagnando o perdendo nella differenza spesa facebook/entrate.

Nel caso tu non stia, in questo momento, vendendo nulla sul tuo sito web ma facendo, ad esempio, soltanto Lead Generation, potresti comunque attribuire un valore a ogni iscrizione alla tua Mailing List e calcolare comunque il ritorno sull’investimento.

Facebook Analysis Tools

Esistono altri strumenti e risorse che ti possano aiutare a monitorare le metriche e le statistiche di Facebook?

Sì esistono e sono strumenti specifici per la Social Analytics. Ecco i principali:

Facebook Audience Insight

Questo tool, completamente gratuito e interno a Facebook, serve solitamente per trovare nuovi interessi per le tue campagne pubblicitarie.

Può essere però utilizzato anche per scoprire da chi è composto il pubblico della tua Pagina Facebook per poter creare, per esempio, dei “Pubblici Personalizzati” con specifici dettagli demografici o per interessi.

facebook audience insight

Attraverso Insight di Facebook, come puoi vedere dall’immagine qui sopra, potrai capire qual è la percentuale di donne e uomini, la loro età, la loro situazione sentimentale, il loro livello di istruzione, a quali Pagine Facebook hanno messo “Mi Piace“, dove vivono, quale dispositivo utilizzano per collegarsi a Internet.

Naturalmente, come sempre, più i dati saranno numerosi (cioè se avrai più iscritti alla tua Pagina) e più saranno accurati, credibili e spendibili nelle tue campagne pubblicitarie.

AdEspresso

AdEspresso è un tool a pagamento per realizzare test A/B. La cosa interessante di questo strumento sono proprio i dati statistici sulle tue campagne pubblicitarie.

All’interno di AdEspresso troverai, infatti, una Dashboard personalizzabile, metriche su Facebook dettagliate e tutte le informazioni che ti servono visualizzabili in modo chiaro e intuitivo.

Proprio quest’ultimo aspetto è una delle sue qualità: ti mosterà solo i dati che ti servono veramente e facendoti rispariare tantissimo tempo.

Ho realizzato un Videocorso gratuito su AdEspresso. Per riceverlo non devi fare altro che iscriverti al Gruppo Facebook Social Funnel.

ReportGarden

Questo ultimo tool è utile per raggruppare in un unico report in maniera quasi automatica tutti i dati delle tue varie campagne (organiche e a pagamento e non solo riguardanti la Facebook Analytics).

Potrai avere, dunque, a tua disposizione in un’unica piattaforma online tutte le statistiche che ti potranno indicare, in maniera più completa, come sta andando il lancio del tuo prodotto o servizio.

Conclusioni

Abbiamo capito che se fai pubblicità su Facebook senza monitorare, analizzare e studiare le statistiche andrai a perdere tantissimi soldi.

Tu utilizzi le statistiche per valutare le tue campagne pubblicitarie su Facebook? Quali sono per te le Metriche più importanti e che tieni in considerazione?

Fammelo sapere lasciandomi un commento qui sotto e ricordati, se pensi che questo articolo sulla Facebook Analytics ti sia stato utile, di condividerlo sul tuo social preferito.

Non sai cosa Pubblicare sulla tua Pagina Facebook?

Clicca sull’Immagine qui sotto e scarica la Checklist Gratuita per creare il tuo Piano Editoriale su Facebook

Condividi sul tuo Social Preferito:

Commenta con Facebook