Una strategia di Facebook Marketing ti fa vendere di più?

Da quando ho aperto questo blog, molti di voi mi hanno chiesto: “Ma perché lo hai chiamato Social Funnel? Che cosa c’entra il Facebook Marketing con i Funnel?“.

Per avere un’idea più chiara e completa della nascita di Social Funnel leggi questa pagina di presentazione. In questo articolo, però, voglio trattare in modo più approfondito il marketing su Facebook e il suo stretto legame con i Funnel (e, in particolare, con quelli per vendere prodotti sul web).

Se hai letto blog di settore, magari penserai che ti sto parlando semplicemente di Facebook Ads “Ok, Rodolfo, devo semplicemente pagare per mandare traffico al mio Funnel, giusto?“. No, sbagliato!

Quel passo è essenziale ma, prima, se vuoi avere un successo reale e duraturo per il tuo business online, devi creare la tua Autorevolezza e la tua Community. Direi di più…

Per avere successo un Funnel deve avere come primo step proprio la creazione di una Community

E come si fa? Proprio col Facebook Marketing.

Leggi, dunque, questo articolo perché passo passo ti spiegherò quali sono le strategie e le tecniche (no, non sono segrete!!!) per raggiungere questi risultati grazie a una strategia di Facebook Marketing.

Ma prima di questo… perché è fondamentale per la tua attività creare autorevolezza e la tua Community?

Pensaci un attimo… trasformati da “venditore sul web” o da “marketer” in un semplice cliente. Qual è la tua sensazione quando vedi la pubblicità (o un blog post, o qualsiasi cosa) su Facebook di chi non conosci? L’argomento deve essere super interessante, estremamente innovativo, anche un po’ urlato per attirare la tua attenzione, non è vero?

E se invece, al contrario, ricevi la pubblicità di una persona che conosci, che consideri autorevole nel suo settore, con cui magari hai già interagito, di cui hai già letto o visto qualcosa, che ti ha già fornito un aiuto gratuito…la sensazione è diversa, non è vero?

Questo è il motivo per cui, prima di aver pensato a un Funnel, prima di creare la tua strategia pubblicitaria, devi riuscire a essere considerato un personaggio autorevole nel tuo settore da parte della tua Community (il cosiddetto “Personal Branding“).

Bene… in questo breve articolo ti indicherò le 4 strategie, che puoi applicare sin da subito in maniera facile e veloce, per incrementare la tua Autorevolezza e vedrai che potrai creare la tua Community. Sei pronto? Cominciamo…

1. Crea la tua Pagina su Facebook

Sembra scontato (ti assicuro, per molte aziende e liberi professionisti non lo è), ma è il primo passo che devi compiere. Non solo perché senza una Pagina Facebook gli strumenti che puoi utilizzare per le Facebook Ads saranno molto limitate, ma per iniziare a creare la tua Community.

Eh sì, nonostante le recenti polemiche sul caso Cambridge Analytica, Facebook è ancora (e lo sarà, molto probabilmente, ancora per molto tempo) il principale strumento per promuovere il tuo prodotto e servizio, ma soprattutto per incontrare e creare una relazione con i tuoi potenziali clienti.

Grazie agli strumenti di “targeting” di Facebook, infatti, puoi scoprire chi sono le persone che potrebbero essere interessate ai tuoi contenuti e con cui iniziare a creare una relazione.

2. Crea il tuo Piano Editoriale

La cosa più importante a cui devi pensare per la tua strategia di Facebook Marketing, dopo aver creato la tua Pagina Facebook, è questa: “Come posso essere utile a chi mi segue?“.

Cerco di spiegarmi meglio. Il più grande errore che potresti fare è quello di vedere la tua Pagina Facebook come una sorta di “sito vetrina”. Quindi: autoreferenziale e piena soltanto di link alle tue pagine di vendita. Questa modalità, che purtroppo ancora oggi molti imprenditori e liberi professionisti utilizzano, non avrà altro che risultato che farti perdere i tuoi iscritti in pochissimo tempo.

Mettiti, ancora una volta, nei panni di un utente. Quando metti “Mi Piace” su una Pagina Facebook che cosa ti aspetti di trovare? Link a pagine di vendita di prodotti di cui non conosci nulla? Autocelebrazione di persone che non hai mai sentito nominare? O, piuttosto, contenuti di valore che ti possano essere utili?

Per questo motivo, devi creare un Piano Editoriale che porti chi ti segue a capire il valore di quello che offri, attraverso artcoli, video, report, immagini, sondaggi, tutorial e tutto quello che pensi possa essere utile a chi ti segue.

Importante, però, non sono solo i contenuti ma anche la loro cadenza. Ti consiglio, infatti, di dividere i tuoi argomenti per categoria (“articoli”, “interviste”, “video tutorial”, “live in diretta”, ecc.) e pubblicarli secondo una cadenza settimanale, sempre nello stesso giorno. Questo ti sarà utile per “entrare nella mente” del tuo potenziale cliente, che saprà in anticipo in quale giorno tu pubblicherai il contenuto che a lui interessa.

Visiona costantemente anche le Statistiche della tua Pagina Facebook per scoprire quando il tuo pubblico si collega più frequentemente su Facebook. Ti sarà utile per programmare i tuoi contenuti nell’orario in cui i tuoi fans sono collegati.

Un ultimo elemento importante è l’interazione con i tuoi iscritti. Fai sondaggi, chiedi la loro opinioni, chiedi di commentare quello che pubblichi. Questo ti servirà per creare con loro un vero e reale rapporto e capire meglio di che cosa hanno bisogno e che puoi offrirgli.

3. Crea un Gruppo Facebook

I primi due passi per una corretta strategia di Facebook Marketing di cui ti ho parlato riguarda la Pagina Facebook. Su Facebook, però, oltre alla Pagina, puoi utilizzare anche un altro strumento importantissimo, i Gruppi, (che verranno sempre più privilegiati rispetto alle pagine, come ha dichiarato lo stesso Mark Zuckerberg) per mettere in contatto persone con interessi in comune, rispetto a post pubblicitari di marchi o aziende.

Questo vuol dire, da una parte, che non dovrai gestire la tua Pagina Facebook come un Brand ma come una persona che parla ad altre persone, ma anche che su Facebook i Gruppi rivestiranno sempre più una parte essenziale nel tuo marketing con Facebook.

Ma qual è la differenza tra una Pagina e un Gruppo Facebook?

Per semplificare, posso dirti che all’interno di una Pagina Facebook tu parli con i tuoi potenziali clienti interessati ai tuoi contenuti. in un Gruppo Facebook, invece, tu metti in contatto varie persone con un interesse comune correlato al prodotto e servizio che vorrai vendergli. Di conseguenza, anche la strategia da adottare sarà completamente diversa.

È proprio nei Gruppi, infatti, ancora più che nelle Pagine, che si crea una Community, si crea una relazione e un’interazione con il tuo pubblico.

Facebook permette di creare tre tipi di pubblici: Pubblico, Chiuso e Segreto.

Gruppo Pubblico

Il Gruppo Pubblico è un gruppo a cui possono accedere tutte le persone presenti su Facebook e che hanno un interesse in comune. Ve ne sono di vario tipo: sportivi, musicali, di business, eccetera.

Poniamo che tu stia lanciando un progetto e un nuovo sito web. Potresti, in questo caso, creare un Gruppo Facebook sull’argomento per capire che cosa il tuo pubblico potenziale desidera, quali sono i suoi desideri e  bisogni e, in questo modo, creare dei contenuti e dei prodotti o servizi in vendita ad hoc.

Gruppo Chiuso

I Gruppi Chiusi di Facebook sono quei gruppi a cui, per accedere, hai bisogno di un invito. Ma come utilizzarli al meglio per ottimizzare la tua strategia di Facebook Marketing?

Potresti, ad esempio, creare un Gruppo riservato solo ai tuoi clienti, fornendo loro risorse gratuite ed esclusive, Webinar, video, tools. eccetera.

In questo modo, rinforzerai il tuo legame con chi ti ha dato fiducia una prima volta acquistando il tuo prodotto o servizio e, se ciò succederà, molto probabilmente non si limiterà a un solo acquisto (naturalmente, questo succederà se continuerai a fornirgli materiale gratuito di grandissima qualità).

Un altro sistema, che viene utilizzato con successo ultimamente da alcuni marketers anche italiani, è utilizzare un Gruppo chiuso per il Lancio di un prodotto.

Potresti, qualche settimana prima, creare una Optin Page inviando il link “segreto” del Gruppo, in cambio della mail dell’utente raggiungendo, in questo modo, un duplice obiettivo:

  1. Far iscrivere gli utenti al tuo Gruppo
  2. Ricevere la mail dell’utente da inserire nella tua Mailing List

Durante le settimane che precedono il Lancio del tuo prodotto o servizio (questo è, infatti, quello che in gergo viene chiamato “Pre-pre-Lancio“) potresti organizzare Live direttamente sul gruppo, creare sondaggi (che ti serviranno anche per impostare nel migliore dei modi il copy delle tue email e della tua pagina di vendita), inviare contenuti di grande valore (ad esempio, i primi video del tuo corso).

Queste sono soltanto due idee per utilizzare i Gruppi Chiusi di Facebook. Se ne hai altre, ti prego di lasciare un commento qui sotto, dicendomi come utilizzeresti tu i Gruppi su Facebook.

Gruppo Segreto

Personalmente, utilizzo questo tipo di gruppi molto raramente. Viene utilizzato, nella maggior parte dei casi, per riunioni aziendali o, più in generale, tra persone di uno stesso gruppo (associazioni, Mastermind, eccetera).

Se, però, hai questo tipo di esigenze ti consiglio di utilizzare altri strumenti come, ad esempio, WorkLife.

Ti sconsiglio, invece, di utilizzare questo tipo di gruppi per riunire i tuoi clienti perché, a differenza dei Gruppi Chiusi, dovresti aggiungere i tuoi clienti tu manualmente al gruppo. E se, come ti auguro, gli acquirenti dei tuoi corsi, prodotti o servizi saranno parecchie centinaia perderesti tantissimo tempo.

4. Imposta un Bot

Si parla dei Bot su Facebook da tantissimo tempo, e a ragione poiché è un’innovazione importantissima soprattutto nell’ambito del Business online. Il Bot, però, può essere anche utilissimo per la tua strategia di Facebook Marketing, cioè per creare la tua Community.

Ma che cosa è un Bot? Viene definito da più parti come un'”Intelligenza Artificiale”, anche se la definizione non è corretta.

A differenza delle reali Intelligenze Artificiali, infatti, il Bot non riesce ad agire e pensare umanamente e razionalmente, ma solo ed esclusivamente in base alle impostazioni date dagli umani, cioè da noi. Più che Intelligenza Artificiale, lo definirei come un “Assistente Virtuale“.

Un assistente che gestisce la messaggistica della tua Pagina Facebook e con cui puoi condividere contenuti di valore, informare gli iscritti di eventuali eventi dal vivo oppure online, il lancio di tuoi prodotti, eccetera.

Non pensare però che per impostare un Bot all’interno della tua Pagina Facebook, tu debba essere per forza uno smanettone o un programmatore. Basta servirsi di tool, di cui esiste una versione gratuita o a pagamento, come Manychat (che ti consiglio perché molto più intuitivo) o Chatfuel con cui potrai, tra le altre cose, anche creare una vera e propria sequenza di messaggi, proprio come fai con il tuo Autoresponder.

Mi raccomando, questo però non vuol dire che potrai sostituire la tua mailing list con il bot (anche perché, essendo due strumenti molto diversi tra loro, anche il modo di comunicare dovrà essere differente), ma integrarli.

Concludendo…

Con questi cinque passi hai tutti gli strumenti che ti servono per iniziare a creare la tua Community su Facebook. Ricordati, però, che la cosa più importante sarà creare contenuti gratuiti e di valore che condividerai con i tuoi utenti e il livello di interazione che avrai con loro.

Questo è uno dei passi principali per vendere i tuoi prodotti o servizi, perché senza creare la tua autorevolezza e reputazione online, senza coltivare un seguito di fan e ottenere una vera e reale interazione con loro, non riuscirai mai a creare un business online profittevole, duraturo nel tempo e che non sia frutto del caso.

E tu cosa ne pensi? Qual è la tua strategia di Facebook Marketing? Mi raccomando, lasciami un commento qui sotto…

Non sai cosa Pubblicare sulla tua Pagina Facebook?

Clicca sull’Immagine qui sotto e scarica la Checklist Gratuita per creare il tuo Piano Editoriale su Facebook

Condividi sul tuo Social Preferito:

Commenta con Facebook